Che i grillini non siano Grillo

(da spuntopolitico.blogspot.it  18 marzo 2013)

Questa è la speranza di molti italiani.

Nella spaccatura creata dall’Anatemista Buffo all’interno del M5S si può trovare solo tanto protagonismo e poco responsabile pragmatismo. Il clima di terrore mediatico che Grillo impone ai suoi, nella mia mia più proverbiale fiducia nel buon senso umano, spero provenga da una mirabolante communication strategy del meno appariscente quinto beatles. I fatti degli ultimi giorni comunque ci danno fiducia nel pensare che i figli del genovese siano molto più responsabili e accorti di lui per quanto riguarda le dinamiche che impone da sempre il grande e oscuro mondo della democrazia.

Il ballottaggio Schifani-Grasso è offensivo anche nei termini. Sì. Forse in effetti non c’era scelta. Ma di questo il grande merito va dato (e non potete immaginare quanto mi costa dire quello che sto per dire) al povero PD, che se anche vecchio, cieco e sordo, con le ultime forze rimaste è riuscito a captare che gli elettori  chiedevano una candidatura nobile.

E non ha sbagliato.

VOTI:

Bersani:        quasi sufficiente

Grillo:           7 in condotta

Monti:          consegna in bianco

Berlusconi:   assente per uveite

Filippo Giannetti

Pubblicato il 28 marzo 2013, in analisi politica con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: